di Francesco Pacienza

Con la sempre più crescente diffusione della tecnologia digitale in ambito fotografico, stiamo assistendo ad un proliferare di sub che si immergono con una macchina fotografica per “catturare” forme, colori ed emozioni che i fondali marini celano.

FOTOSUB

Tale fenomeno è percepibile nelle discussioni in materia di fotosub che animano i vari forum di subacquea. Con il termine di FOTOSUB si indica sia coloro che si immergono con una macchina fotografica che l’attività stessa intesa come sinonimo di arte e amore e conoscenza verso l’ambiente marino.

Pur avendo studiato ed insegnato fotografia per molti anni, mi sono avvicinato alla fotografia subacquea da poco tempo. Fin da subito ho cercato di applicare ad essa, conoscenze tecniche e compositive proprie della fotografia professionale eseguita sulla terraferma. Nella mia ricerca di approfondimento tecnico e conoscitivo nell’ambito della fotografia subacquea mi sono imbattuto in un libro dal titolo semplice “FOTOSUB” scritto nel 1985 da Enrico Cappelletti e pubblicato da Zanichelli.
Si tratta sicuramente di un libro che rappresenta una pietra miliare nella fotografia subacquea; scritto con eleganza di linguaggio, proprietà dei concetti e degli argomenti trattati. Un libro che se pur “datato”, all’epoca la tecnologia digitale non era ancora diffusa, tratta argomenti ed aspetti della fotografia subacquea che rappresentano le basi certe per realizzare foto in maniera consapevole.

FOTOSUB

Enrico Cappelletti incontra la fotografia subacquea nel 1965 presso l’Underwater Explorer Club di Freeport dove, nel 1971, viene istituito il primo corso sperimentale di fotografia subacquea. Al rientro in Italia decide di dedicarsi al fotoreportage con numerosi servizi pubblicati su molte testate. Partecipa a molte manifestazioni di fotografia a livello nazionale raccogliendo molti riconoscimenti tra cui, nel 1973, l’iscrizione nella <b>Hall of Fame</b> insieme ad altri nomi prestigiosi della fotografia mondiale. Alla fine degli anni settanta realizza quella che sarà la prima foto subacquea a 360°. Collabora per molti anni con Mondo Sommerso; dal 1979 al 1982 dirige la parte fotografica di Sesto Continente una delle migliori testate dedicate al mare.

FOTOSUB

In questo libro, Cappelletti, raccoglie tutte queste sue esperienze in poche ma attente e necessarie note teoriche, accompagnate da precise informazioni tecniche sui materiali e sulle apparecchiature che fanno da cornice ad una vastissima serie di consigli pratici maturati dalla lunga esperienza dell’Autore, dalla sua conoscenza tecnica e nondimeno dal fascino e dalla fantasia che il mondo subacqueo suscita.

Gli argomenti trattati vanno dalla Storia della Fotografia alla Composizione dell’immagine passando per le Tecniche di base al Comportamento della luce sott’acqua, alla Determinazione della corretta esposizione. Ampio risalto viene dato alla Macrofotografia ed all’uso di Tecniche particolari come la ripresa all’infrarosso.
Uno strumento utile a tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla fotografia subacquea dalla porta principale e con la dovuta umiltà nel voler entrare consapevolmente in un mondo nuovo e fantastico come quello della fotografia subacquea.

Il libro si compone di 314 pagine, corredato da 250 foto di cui oltre la metà a colori, 63 disegni.

Edito da Zanichelli lo si può acquistare anche su internet al prezzo di copertina di 51 €.

0