AUTORE

Le mie pubblicazioni

CORSO DI FOTOGRAFIA

Ananke - 2011

Il Manuale che ti insegna a fotografare.

Con le prefazioni di Sabina Cupi, Angelo Mojetta e Pippo Cappellano

“Sappiamo tutti che in ogni disciplina l’uomo deve il suo successo tanto alla possibilità di esercitarsi, quanto alla sua preparazione teorica. Conoscere – bene – la teoria ed essere poi in grado di applicarla sul campo: questo fa la differenza…”
Sabina Cupi
Direttore "Mondo Sommerso"
“Ecco perché i fotosub che ne hanno voglia, continuano a restare i miei occhi sotto il mare ed ecco perché continuo a chiedermi come mai tra i corsi seguiti per diventare biologo marino non ce ne sia uno di fotografia subacquea“
Angelo Mojetta
Biologo marino
“Conoscere gli elementi del linguaggio per immagini e saperli utilizzare con consapevolezza è il primo passo per raggiungere una buona capacità espressiva. Per quanto possa stupire, conoscere a fondo i segreti della pellicola può fare una gran differenza anche nell’uso dell’elettronica delle macchine digitali.”
Pippo Cappellano
Documentarista

Le opinioni dei lettori

22 settembre 2012

Cosa dire di questo manuale se non che è fantastico, completo in ogni sua parte; non solo per la professionalità con cui tratti gli argomenti di fotografia ma anche tutti gli altri e gli aspetti riguardanti l’inquadratura, il posizionamento delle luci a seconda del soggetto, per non parlare degli accenni di biologia che in coda al libro hai fatto, utili per diversificare e iniziare a conoscere le specie.
Ho sempre scattao le mie foto in automatico, ma leggendo il tuo libro e frequantando il tuo corso sono riuscita a capire e mettere in pratica tecniche che non sapevo e devo ammettere riuscendo ad avere anche dei discreti risultati.
Un ottimo manuale in ogni sua parte, consigliatissimo a tutti quelli che vogliono capire la fotografia e imparare le tecniche per ottenere delle belle foto: sempre.

Grazie Francesco!

Katia Bariselli

18 settembre 2012

Quando due anni fa Francesco mi disse «…sto scrivendo un manuale di fotografia diverso dagli altri»,  pensai subito chi meglio di lui potrebbe, un fotografo terrestre che poi diventa anche fotografo subacqueo. Diciamo la verità ci sentiamo spesso telefonicamente e frequentemente facciamo immersioni insieme,  e in quel periodo gli domandavo, quando questo manuale sarebbe uscito. L’attesa, devo ammettere, fu breve e alla presentazione del libro all’Eudi presi la mia copia.

Sfogliando il libro ti accorgi subito che non è il solito libro, perché è scritto unendo biologia e fotografia, le immagini e le descrizioni sempre chiare, le tecniche sempre di facile lettura fanno trasparire l’amore per il mare e per la fotografia di Francesco.

Un libro da leggere e da consultare ogni volta che un dubbio ci assale

Grazie Francè

Antonio Imperio

17 settembre 2012

Ho avuto il piacere di approfondire la conoscenza di Francesco Pacienza in occasione di un suo corso di fotografia subacquea digitale tenutosi a Lecce nel 2009. Durante le sue lezioni trasparivano immediatamente la passione, la competenza ed il piacere di trasferire agli altri le sue notevoli conoscenze
acquisite nel tempo. Ogni argomento era spesso trattato con riferimenti reali ed esempi sempre calzanti, utilissimi per facilitarne l’apprendimento e
l’applicazione pratica. Dopo poco meno di due anni ho ritrovato, condensate nel suo splendido libro, tutte le nozioni, alcune all’epoca semplicemente accennate per evidenti ragioni di tempo, che Francesco aveva magistralmente trattato durante le sue lezioni.
Un plauso va alla scelta di creare una sezione dedicata alla biologia marina con il duplice intento di divulgare e di suggerire le migliori tecniche da
utilizzare per fotografare gli abitanti del nostro bellissimo Mediterraneo.

e mi piace pensare che anche noi fotografi subacquei in erba abbiamo offerto qualche spunto alla realizzazione del suo bel manuale.

Dott. Cataldo Licchelli
Biologo

15 settembre 2012

Il libro di Francesco ha una peculiarità, che probabilmente colgo in quanto biologa e amante del mare e delle sue meravigliose profondità: si legge cominciando dalle ultime pagine. Trovo che le splendide fotografie, corredate da precise descrizioni scientifiche, siano state uno sprone al desiderio di capire come Francesco le avesse realizzate.

Attraverso una carrellata di immagini, limpide e coloratissime, i fondali tenebrosi e pieni di mistero si sono dischiusi alla vista, gli angoli del mare sono diventati pieni di luce e i suoi abitanti, tra i quali prediligo in modo speciale i Molluschi, hanno fatto capolino dalle pagine quasi ondeggiando mollemente davanti all’obiettivo.

E allora via a ritroso, a scoprire quali sistemi di illuminazione utilizzare e quali obiettivi, come sfruttare i giochi di luce e di ombre e come bilanciarli con un flash, quali possono essere i tempi di esposizione e quale dovrebbe essere la direzione della luce affinché ottenere una fotografia migliore per ogni soggetto. Ho scoperto cos’è una “sezione aurea”, la “regola dei terzi” ed il “cropping”, ho imparato il TTL, il FILL-IN, il RAW e la tecnica HDR, e mi è venuto un desiderio irrefrenabile di avere uno scafandro anche per la mia piccola macchinetta fotografica.

E in tutto questo mi veniva in mente sempre l’espressione di Francesco e il suo trasporto nel raccontarmi di come fossero i suoi fondali, le sue avventure a pelo d’acqua e le sue descrizioni di relitti sommersi, e in qualche pagina, sinceramente, ho rischiato di avvilirmi, pensando che probabilmente mi ci vorrebbero delle ere per arrivare a fare una sola delle foto descritte da lui.

Poi però mi rincuoro, perché una volta ebbe a dirmi che «non è la macchina che fa le foto, ma chi ci sta dietro.».

Grande Francesco!

 

Dott.sa Emanuela Bazzoni
Biologa

14 maggio 2012, tramite Flickr

Ciao Francesco,
ho acquistato e sto leggendo il libro “Corso di fotografia” scritto da te. Volevo farti i complimenti per la chiarezza e la competenza con la quale esponi i vari temi legati alla fotosub. Sono un vecchio fotografo, legato ancora psicologicamente alla pellicola e questo libro mi apre sicuramente delle porte nuove e delle conoscenze sulla fotografia digitale che prima non avevo (non sapevo come diavolo fosse fatto un sensore o l’uso dell’HDR). Molto interessante anche la parte della composizione della foto e lo studio e l’uso delle luci e dei flash.
Un libro da tenere sempre a portata di mano, da consultare per correggere una foto e da tener presente prima di scattare… Ottimo lavoro. Traspare chiaramente una tua grande competenza riguardo la fotografia ed una grande esperienza (anche dal punto di vista storico e di evoluzione della stessa). Ho notato con piacere che nella bibliografia hai citato Andrea Ghisotti, il mio maestro purtroppo scomparso. Un pensiero al Grande Uomo Andrea, che mi ha insegnato tante, tantissime cose, una pietra miliare nella subacquea italiana e mondiale. Ciao Francesco e….. grazie per averci donato la tua competenza affinchè ci si possa evolvere e migliorarci sempre più.

Un saluto

Mauro Mainardi

12 settembre 2011 alle ore 19:34 tramite Facebook

Caro Ciccio,

ieri mi è finalmente arrivato il tuo libro e devo dire che ha pienamente confermato le mie aspettative. E’ il miglior manuale di fotografia subacquea che abbia mai letto (e ti assicuro che ne ho letti tanti).

E’ scritto in maniera perfetta, con un linguaggio tecnico che è però, anche quando tratti gli argomenti più complessi, sempre lineare e comprensibile a tutti. Anche le foto sono bellissime. In poche parole è l’opera di un vero Maestro che mi onoro di avere come amico.

Un abbraccio

Marco Bartolomucci
Avvocato

Attualmente collaboro con

error: Content is protected !!